NOTA! Questo sito utilizza i cookies. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più.

Diario - La Saggezza che libera Come realizzarci oggi con l'antica scienza dello Yoga

Scritto da Staff. Postato in Diario

Aula Magna del Centro Studi Bhaktivedanta, 18 ottobre 2012

La Saggezza che libera. Come realizzarci oggi con l'antica scienza dello Yoga

Un nostro corsista di Napoli racconta le sue impressioni sull'evento avendo partecipato in video diretta...

Da giorni avevo segnato sull'agenda l'appuntamento serale di giovedì 18, con la diretta in live-streaming dall'Aula Magna della sede toscana del Centro Studi Bhaktivedanta. Da qualche mese il Centro Studi ha cominciato a produrre programmmi in video-diretta. Quello che mi ha colpito di questi eventi telematici non è stato solo la loro capacità di diffondersi illimitatamente, ma ancor di più il loro potere di favorire un'associazione intima e stimolante tra lo spettatore e la fonte, così come tra gli spettatori tra di loro. È quanto ho sperimentato direttamente nel condividere, con altri partecipanti virtuali, non solo i contenuti degli eventi ma anche l'emozione di sentirsi uniti sotto un sempre più ampio mantello, che si stende ad avvolgere ciascuno di noi in un'unica famiglia accogliente e funzionale alla nostra evoluzione.

Questo programma di dirette è stato coronato dalla trasmissione dell'incontro del Centro Studi Bhaktivedanta con la Dev Sanskriti University (D.S.V.V.) di Haridwar, nelle persone di Marco Ferrini (Matsyavatara das), fondatore del C.S.B., e del Dr. Chinmay Pandya, vice Rettore della suddetta Università. L'incontro di giovedì scorso ha ufficialmente presentato una collaborazione che, iniziata nel 2008, ha portato al riconoscimento del valore accademico dei Corsi del C.S.B. da parte della Dev Sanskriti University, accreditata dalla University Grants Commission del Governo federale indiano.
Questa collaborazione è alla base dell'organizzazione di Seminari congiunti (il prossimo dei quali, su Yoga e Ayurveda, si realizzerà dal 12 al 15 dicembre presso il campus universitario di Haridwar) e di Corsi che prevedono l'erogazione di attestati rilasciati da entrambe gli Istituti.

Il discorso del Dr. Pandya si è concentrato sulle attività di ricerca svolte dalla D.S.V.V., che mirano ad accertare, sul piano della moderna ricerca scientifica, le scoperte che i grandi mistici della tradizione hanno realizzato e trasmesso nell'ambito della fisica, della cosmogonia, della matematica e di molte altre branche del sapere. Il suo intervento intendeva sostenere e testimoniare che il dialogo tra scienza e spiritualità, non solo è possibile ma necessario: per uno sviluppo della civiltà che armonizzi le differenti funzioni dell'essere umano, in un progetto cosmico volto all'elevazione della coscienza e quindi alla conoscenza di se stessi, degli altri e di Dio.
Marco Ferrini ha arricchito questo quadro esponendo i principi fondamentali dell'eterna scienza della realizzazione spirituale che con un'epistemologia sua propria e con procedure efficaci, tramandate da maestro a discepolo, conduce l'essere umano sul sentiero della felicità e della libertà dai condizionamenti. Recuperare la visione dell'insieme, con cui armonizzarsi quali parti infinitesimali del tutto; riconoscere le leggi universali che governano il cosmo; riscoprire la benevolenza e la valorizzazione degli altri quali strumenti privilegiati per la soluzione di ogni conflitto intra e inter personale; riguadagnare un punto di vista che sia fondato nell'eternità e che restituisca senso alla nostra vita. Questi sono alcuni dei presupposti che ci permettono di avanzare con passo sicuro verso la realizzazione della nostra umanità e, ancora più in alto, della nostra intrinseca essenza spirituale.
È un progetto ambizioso, per realizzare il quale l'entusiasmo deve essere sostenuto dalla conoscenza e da un metodo che aiuta concretamente a migliorare noi stessi e la qualità della vita. Sono questi i fondamenti pedagogici dei Corsi organizzati dal C.S.B. in collaborazione con la D.S.V.V., che rilasciano attestati riconosciuti da entrambi gli istituti.

L’impressione conclusiva della mia esperienza di spettatore è che la sede del Centro Studi Bhaktivedanta potrà sempre più diventare un importante centro di conferenze e convegni internazionali. È emozionante testimoniare come la moderna tecnologia sia posta così efficacemente al servizio del messaggio universale della bhakti, dell’Amore divino per tutte le Creature, per il Creato e per il Creatore. Questa un'ulteriore prova dell’intima intesa che può unire scienza e spiritualità.

Fabrizio Fittipaldi

GUARDA IL VIDEO REGISTRATO DURANTE L'EVENTO