NOTA! Questo sito utilizza i cookies. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più.

Capire la morte per capire la vita Non si conosce la vita se non si dà un senso alla morte.

Scritto da Staff. Postato in Diario

Elaborazione dell'evento morte – Il viaggio dell'anima nella civiltà classica indiana - Marco Ferrini

18 Novembre 2012, Università di Bologna, Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza.

Capire la morte per capire la vita. Non si conosce la vita se non si dà un senso alla morte.

Nell'Aula Magna dell'Università di Giurisprudenza di Bologna, alla presenza di un pubblico di oltre 400 persone, in un evento suggestivo di grande rilievo e spessore, Marco Ferrini ha presentato il tema della morte nella prospettiva dell'eternità, spiegando la morte come un momento di passaggio da una dimensione di esistenza ad un'altra e come una delle innumerevoli tappe nel viaggio infinito dell'essere.

La comprensione di ciò può cambiare la nostra vita. Non possiamo vivere bene se non abbiamo compreso in che cosa consiste la morte. Se rimuoviamo il problema della morte, non possiamo essere sereni e diventare la migliore versione di noi stessi. Il non voler affrontare questo problema ci porta a subirlo in maniera tragica, drammatica, carica di incomprensioni e di rabbia.

Come esseri umani non abbiamo unicamente questo problema da risolvere, ma è pur vero che la sua risoluzione è propedeutica alla risoluzione di tutti gli altri.

Non si può conoscere e gioire della vita se non si dà un senso alla morte.

Capire la morte per capire la vita Non si conosce la vita se non si dà un senso alla morte. Marco Ferrini

Per informazioni sul seminario che si terrà a Ozzano nell'Emilia (BO) i giorni 1 e 2 dicembre 2012 in cui si approfondiranno queste tematiche:
1 e 2 dicembre 2012 - Seminario di Marco Ferrini a Ozzano (BO)